Simone Simonelli

Danneggiato, Incompleto, Incompiuto

In molti ipotizzano un futuro in cui la stampa 3D permetterà a tutti di produrre i propri oggetti con un semplice click.
Un gruppo di studenti della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano si è confrontato con questo scenario, indagandone le opportunità e i limiti per interrogarsi sul futuro dei designers emergenti.
Agli studenti è stato chiesto di recuperare un oggetto danneggiato, incompleto o incompiuto e di riportarlo in vita progettando ciò che mancava, attraverso un processo che si muove tra la riparazione, il re-design e l’hacking.
Le parti mancanti sono state poi realizzate con l’ausilio di una stampante 3D.
Il progetto é stato poi presentato al padiglione D2C della Fiera Arredo di Bolzano 2014.

  • 001
  • 002
  • 004
  • 005
  • 006
  • 007
  • 008
  • 009
  • 010
  • 011
  • 012
  • 013
  • 014
  • 015
  • 016
  • 017